Migrazioni, la partecipazione di Strauss al Training Course “Change Places, Change Lives”

Lo scorso 30 Luglio si è concluso a Oeiras, in Portogallo, il corso di formazione “Change Places, Change Lives” sul tema delle migrazioni e dell’integrazione dei migranti, ospitato da ProAtlântico – Associação Juvenil. Il Training Course è stato progettato per sviluppare una comprensione più profonda sulla migrazione nel mondo di oggi. La migrazione è un interesse cruciale per i giovani, sia che provengano da paesi colpiti dalla migrazione, sia da chi subisce le conseguenze dell’emigrazione. La conoscenza dei processi migratori, le cause e le conseguenze della migrazione e dei diritti dei giovani migranti sono rilevanti per i bisogni dei giovani, in particolare coloro che potrebbero diventare migranti o potrebbero partecipare a programmi di mobilità o se le loro comunità sono interessate dalla migrazione. Utilizzando diversi metodi non formali, sono state analizzate le cause e gli effetti della migrazione, con una particolare attenzione agli sviluppi recenti che hanno riguardato i fenomeni migratori. Ulteriore evidenza è stata data a quegli aspetti che riguardano le rotte migratorie, quelle cosiddette “autostrade della migrazione” che costituiscono il principale strumento di spostamento dei migranti, da quelli via mare a quelli via terra. Ma la migrazione non è soltanto qualcosa che riguarda i paesi più poveri, anche paesi industrializzati soffrono di fenomeni migratori che riguardano soprattutto i giovani, come la cosiddetta “fuga dei cervelli”, che porta molti studiosi e ricercatori a cercare migliori opportunità di lavoro e ricerca all’estero per poter superare quegli ostacoli che tolgono loro l’opportunità di lavorare in maniera proficua e in linea con le loro aspettative.
La partecipazione di Strauss al Training Course è stata dettata da quelle che sono le caratteristiche del nostro territorio che vede sempre più persone spostarsi in altri Paesi o in altre regioni d’Italia.
Nel nostro territorio, infatti, l’elevata migrazione, verso aree economicamente più sviluppate, ha contratto il numero di individui in età lavorativa, che risulta in media inferiore oltre che alla quota nazionale, anche a quella regionale. Dal 2004 al 2016 il numero di residenti è in costante diminuzione: tale diminuzione è più consistente nella fascia di popolazione compresa tra i 22 ed i 32 anni con una diminuzione complessiva di 809 unità. Negli ultimi anni si è assistito inoltre a un crescente fenomeno di migrazione “universitaria”, fenomeno non ancora quantificabile in mancanza di un censimento recente e aggiornato, con un numero sempre crescente di studenti che scelgono di studiare presso università del Centro o del Nord Italia per facilitare il loro ingresso nel mercato del lavoro al completamento del loro percorso di studi.
Il mercato del lavoro a Mussomeli, infatti, continua a essere caratterizzato da un tasso disoccupazione giovanile del 48.7%, tra i più elevati nel mezzogiorno e ben superiore alla media italiana. La situazione quindi risulta essere particolarmente grave per quanto riguarda le fasce giovanili. Attraverso la partecipazione a questo progetto, Strauss ha voluto quindi rafforzare il suo impegno nell’essere il più possibile un punto di aggregazione e crescita per i giovani di Mussomeli.