Presente anche il Direttore Generale di Agenzia Nazionale per i Giovani, Giacomo D’Arrigo.

Mattinata partecipata e partecipativa quella di venerdì 6 Novembre quando, in occasione dell’Infoday su Erasmus+, organizzato da Associazione Culturale Strauss in collaborazione con Eurodesk Italy, Agenzia Nazionale per i Giovani e il Comune di Mussomeli, Palazzo Sgadari è tornato ad animarsi e a vivere di quello splendore e animosità che non ha mai perduto.

Tra i presenti, circa 90, rappresentanti di enti e organizzazioni locali, giovani, studenti e docenti degli Istituti di Istruzione Primaria e Secondaria di Mussomeli, Caltanissetta e Bivona.

Piena e variegata, la platea di Sala delle Adunanze, ha cinto in un abbraccio il tavolo dei relatori che oltre a dare posto a Mario Messina e Roberta Lanzalaco, per Associazione Culturale Strauss, ha ospitato il Sindaco Giuseppe Catania e l’Agenzia Nazionale per i Giovani nelle persone di Silvia Strada, responsabile delle comunicazioni esterne, e Giacomo D’Arrigo, Direttore Generale.

“In una giornata che si fa tessera del mosaico della storia di Mussomeli, impossibile non citare Paolo Emiliani Giudici che, mussomelese di origine, una Storia dei comuni italiani l’ha scritta”. Esordisce così Roberta Lanzalaco, inserendo dunque l’evento in una cornice in cui il passato e il futuro si intrecciano inesorabilmente, individuando il comune denominatore nei giovani che, e non solo loro, sono stati motore e movimento stesso della giornata.

Una giornata che – gli fa subito eco Mario Messina, presidente e project manager della Strauss – non è evento isolato, ma si inserisce sia nel percorso di attenzione e di cura nei confronti dei giovani che la nostra Associazione porta avanti da anni e che, allo stesso tempo, complice la massiccia presenza degli intervenuti, si fa foriero di fruttuose e complici collaborazioni, intrecciando una rete di cui la realtà locale necessita per crescere e prosperare”.

Un Infoday, dunque, che se da un lato ha rafforzato le vecchie intese locali e ne ha aperte di nuove, dall’altro lato ha infiammato gli animi dei presenti che, alle parole di Silvia Strada volte ad illustrare le opportunità che un programma di mobilità internazionale giovanile come Erasmus+ riserva, si sono alternati in un andirivieni di domande e curiosità, stoppate solo dall’avarizia dei tempi di scena.

Esaustive e ricche di importanti dettagli le risposte di Silvia Strada, come ricco di opportunità si caratterizza Erasmus+ che, con un bilancio di 14,7 miliardi di euro di cui il 10% investito nel settore gioventù, intende migliorare le competenze e le prospettive professionali e modernizzare l’istruzione, la formazione e l’animazione socio educativa, offrendo a oltre 4 milioni di europei l’opportunità di studiare, formarsi, acquisire esperienza professionale e fare volontariato all’estero.

Nessun dubbio sull’importanza di appuntamenti tali che, se da un lato servono a fornire informazioni puntuali e dettagliate, dall’altro servono anche a far uscire dall’isolamento, e non solo geografico, quei territori che non godono di opportunità immediate e di facile accesso.

Questo dunque l’intento condiviso dai relatori, un intento confermato fortemente anche dalle parole del Direttore Generale D’Arrigo, alla guida di un’Agenzia Giovani che ha fatto del peregrinare tra i vari comuni italiani il suo carattere nazionale, perché tutte le realtà locali possano godere della presenza forte di un organo istituzionale e perché i giovani che le abitano, godendo delle stesse opportunità dei loro coetanei, possano essere valorizzati.

 

In allegato, a questo link, le slides informative sul Programma, messe gentilmente a disposizione da ANG attraverso la Strauss

 

GALLERIA FOTOGRAFICA DELL’EVENTO